BARF - Nordirlands

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Norvegese

BARF





Che  cosa  vuol  dire  BARF  (Bones  and  Raw  Food)  ovvero  cibo  crudo  e  ossa,  perché  
alimentare  un  gatto  con  carne  cruda  e  ossa?  perché  è  la  cosa  migliore!  
Un  gatto  è  un  piccolo  felino,  i  felini  si  nutrono  di  carne  con  ossa  e  frattaglie,  le  
caratteristiche  carnivore  dei  felini  che  siano  grandi  o  piccoli  è  il  seguente:  

 
Forte  istinto  predatorio  (inseguire,  cacciare  e  avventarsi  sulla  preda)  
Vista  Superiore  Udito  eccellente  Olfatto  più  acuto  
Cuscinetti  delle  zampe  morbide  (per  sorprendere  la  preda,  e  fare  il  massimo  del  
silenzio)  
Artigli  affilati  per  trazione,  mentre  caccia  e  cattura  la  preda  
Denti  affilati  che  si  uniscono  per  affettare,  rosicchiare,  lacerare  
Ganasce  che  si  aprono  e  chiudono  in  un  mossa  verticale(piuttosto  che  spostarsi  
orizzontalmente)  
Acidi  forti  dello  stomaco  per  neutralizzare  i  batteri  potenzialmente  nocivi  della  carne  
cruda  
Breve  tratto  digestivo  che  rende  il  tempo  di  transito  digestivo  molto  rapido,  riducendo  
al  minimo  la  possibilità  di  colonizzazione  batterica  che  potrebbero  essere  
potenzialmente  dannosa  per  il  gatto.  
 
 
 
I  nostri  gatti  sono  nati  per  tutto  questo,  il  cibo  industriale  non  si  addice  ai  nostri  A-­‐
mici,  i  cereali,  lo  zucchero  contenuti  nelle  crocchette  nel  cibo  in  scatola  e  negli  snack  non  va  bene  per  loro,  hanno  bisogno  di  carne,  ossa,  frattaglie,  il  loro  intestino  è  fatto  in  tal  modo  che  gli  acidi  che  hanno  dentro  possono  velocemente  distruggere  i  batteri  che  potrebbero  dannosi,  inoltre  masticare,  rosicchiare  porta  beneficio  ai  denti  e  alle  gengive,  ma  oltre  a  questo  dare  carne  cruda  fa  si  che  l’intero  sistema  immunitario  del  gatto  ne  possa  giovare,  ossa,  tendini,  muscoli,  pelle,  pelo,  apparato  digerente…



Vi  siete  mai  chiesti  come  mai  spesso  succede  che  il  gatto  mangiando  crocchette  dopo  poco  le  rigetti  sui  nostri  divani,  tappetti,  letti  ecc?  
Semplice!  Il  gatto  non  digerisce  enzimi  cotti  o  cereali  quali,  Mais,  Riso,  Soia.  
Le  proporzione  per  una  buona  bilanciatura  dei  pasti  In  BARF  sono  all’incirca:  
 
80-­‐85%  di  carne  (oltre  al  muscolo,  questo  può  e  deve  includere  anche  cose  come  il  
grasso,  pelle,  tendini,  tendini,  cartilagini  e  qualsiasi  altro  tessuto  connettivo  molle  etc.)  
 
10%  ossa  commestibile  
 
5-­‐10%  organi  (Fegato  lingua  cuore  e  frattaglie  ecc)    

 
Carni disossate:
• Tacchino
• agnello
• Manzo
• pesce (soprattutto pesce oleoso polposo ricca di omega 3 EFA, come il salmone, sardine, aringhe e sgombri, ecc)
• cervo
• Pecora
• Cinghiale
• Anatra
• struzzo
• Lingua
• cuore di qualsiasi tipo (anche se tecnicamente un organo, il cuore è estremamente muscolare ed è un ottimo e nutriente a base di carne disossata muscolare)


Carne con Ossa:
• galline Mugellesi
• pollo
• conigli
• Quaglie
• Piccione
• pulcini
• costole di pollo, ali e il collo
• piccole nervature di tacchino e punte di ali
• piccole di agnello di carne bianca e rossa (anche se troppo grande per consumare, molti gatti
piace mordere la carne di questi, inoltre fornisce un grande allenamento mandibolare)

Organi:
• fegato
• rene
• cuore
• milza
• cervello

Uova crude
Ricotta  di  Capra  
Semi  di  Lino,  Girasole,  Zucca  Olio  di    Perilla  o  di  Salmone  
 
Queste  sono  più  o  meno  le  carni  con  osso  e  senza  da  variare  per  i  nostri  gatti,  la  dieta  deve  
essere  assolutamente  varia,.  
Si  sa  che  quando  un  gatto  è  abituato  a  mangiare  cibo  industriale,  non  sarà  facile  introdurlo  alla  BARF,  ma  possono  esserci  vari  stratagemmi,  quale  iniziare  con  carne  polposa  e  senza  osso,  possiamo  insaporirla  con  del  parmigiano,  del  succo  delle  scatolette  a  loro  preferite,  un  pochino  di  tonno  in  scatola,  oppure  con  dell’olio  di  salmone  o  ancora  con  il  Nutribound(supporto  Nutrizionale)  
Altra  considerazione  da  fare  che  il  cibo  va  sempre  congelato  prima  di  servirlo,  certo  chi  può  
trovare  o  comprare  un  buon  abbattitore  sarebbe  veramente  il  massimo,  altrimenti  si  mette  nel  congelatore,  non  meno  di  -­‐20,  in  quanto  il  cibo  va  congelato  abbastanza  velocemente,  inoltre  il  cibo  offerto  non  deve  star  fuori  per  più  di  un  ora,  il  pesce  invece  andrebbe  dato  freschissimo  se  si  avesse  la  possibilità  di  trovarlo,  ma  occhi  all’Anisakis  (Le 
larve di anisakis possono costituire un rischio per la salute in due modi)
• parassitosi causata da ingestione di pesci crudi contenenti le larve;
• reazione allergica ai prodotti chimici liberati dalle larve nei pesci ospiti.
Molti prodotti ittici possono essere interessati dall'infestazione da anisakis e, tra questi, quelli più a rischio sono pesce sciabola, lampuga, pesce spada, tonno, sardine, aringhe,
acciughe, nasello, merluzzo, rana pescatrice e sgombro.) allora meglio servirlo cotto per non rischiare…
Vorrei scrivere molto di più e forse con il tempo lo farò, parlare della BARF non è semplice, almeno non in due righe, ci vuole esperienza e leggere documentarsi tanto, e se si può
farsi aiutare da un buon veterinario pro BARF. Vi lascio alcuni siti dove potete documentarvi un po’ ☺

 
 
 
 
 
 
 
    
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu